Museo di Casal de' Pazzi

Roma

!!!!!
Ok
"
Voti ricevuti:  0

" La tua valutazione

g Costo Biglietto

Ingresso gratuito

x Orari

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria allo 060608
La visita al museo prevede un percorso definito accompagnato, previsto anche in Inglese, su richiesta
Si può accedere al museo solo negli orari prenotati. Non è consentito l'ingresso a percorso iniziato

Orario di apertura dal 1° luglio all'11 settembre
dal martedì al venerdì:
ore 9.00: visitatori singoli
ore 10.00: visitatori singoli
ore 11.00: visitatori singoli
ore 12.00: gruppi (visite guidate o prenotazioni gruppi solo pubblico non scuole)
sabato domenica e festivi:
ore 10.00: visitatori singoli
ore 11.00: visitatori singoli
ore 12.00: gruppi (visite guidate o prenotazioni gruppi solo pubblico non scuole)

Orario di apertura dal 13 settembre al 30 giugno
Martedì e giovedì
Ore 9.00 singoli visitatori (non previste visite guidate né laboratori)
Ore 10.00 laboratori scuole
Ore 12.00 gruppi per visite guidate scuole o pubblico o semplice prenotazione gruppi, scuole o pubblico

Mercoledì e venerdì
Ore 9.00 gruppi per visite guidate scuole o pubblico o semplice prenotazione gruppi, scuole o pubblico
Ore 10.30 gruppi per visite guidate scuole o pubblico o semplice prenotazione gruppi, scuole o pubblico
Ore 12.00 gruppi per visite guidate scuole o pubblico o semplice prenotazione gruppi, scuole o pubblico

Sabato e domenica
Ore 10.00, 11.00, 12.00 e 13.00 singoli visitatori (non previste visite guidate né laboratori)
Giorni di chiusura
Lunedì, 25 dicembre, 1 gennaio, 1 maggio

y Contatti

Telefono:
060608

i Servizi presenti

  • Attività didattiche
  • accesso disabili

i Descrizione

e
Il sito di Casal de' Pazzi fu scoperto nel 1981 durante lavori di urbanizzazione a Rebibbia, quartiere oggi densamente popolato. Il ritrovamento di una grande zanna di elefante diede il via ad un'indagine archeologica che portò alla luce un tratto di un antico alveo fluviale. Nel giacimento vennero scoperti oltre 2000 reperti faunistici, appartenenti a specie impensabili oggi nella campagna romana come l'elefante antico, l'uro, l'ippopotamo, il rinoceronte. La presenza umana è testimoniata da un frammento di cranio e da ol [continua...]
Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici. Clicca qui per ulteriori informazioni.